Menu
Italian English French German Spanish

Il potere della suggestione nella malattia di Parkinson

I pazienti parkinsoniani che pensavano di avere ricevuto un trapianto di neuroni embrionali nel cervello, anche se non era vero, hanno riferito un miglioramento della qualità di vita un anno dopo

Nell’ambito di uno studio in doppio cieco, in cui né il medico, né il paziente sapevano chi aveva ricevuto veramente un trapianto di neuroni embrionali dopaminergici e chi erano stato sottoposto solo ad una simulazione dell’intervento, i pazienti che erano convinti di avere ricevuto il trapianto hanno riferito un punteggio migliore riguardo alla qualità di vita, indipendentemente da quello che era veramente successo. Sebbene la simulazione dell’intervento chirurgico abbia sollevato delle riserve dal punto di vista etico, essa è stata efficace nel dimostrare il valore dell’effetto placebo ovvero della suggestione anche nel campo della chirurgia nella malattia di Parkinson

McRae C et al Arch Gen Psychiatry 2004; 61: 412-420