Menu
Italian English French German Spanish

Il colesterolo cattivo basso aumenta il rischio di malattia di Parkinson?

Risultati dubbi nello studio sull'invecchiamento a Honolulu in 3233 soggetti di sesso maschile

Il colesterolo alto è un noto fattore di rischio per eventi cardiovascolari. Esso viene suddiviso in diverse frazioni a seconda della densità delle particelle che lo trasportano nel sangue. Questa distinzione è importante perché il rischio è legato solo ad alcuni tipi di particelle a bassa densità, che corrispondono al colesterolo LDL (trasportato da Low-Density-Lipoproteins).

Nell'ambito di un ampio studio condotto a Honolulu (Hawaii, USA) sono stati seguiti 3233 soggetti di sesso maschile dal 1991-1993 fino al 2001. 41 di essi hanno sviluppato la malattia di Parkinson. Dopo le opportune correzioni per l'età, è stato osservato che la probabilità di sviluppare la malattia di Parkinson si riduceva man mano che aumentava il livello di colesterolo LDL nei pazienti più giovani. Tuttavia i risultati erano significativi solo nel sottogruppo di pazienti aventi 75 anni o meno. Inoltre, non è chiaro quale possa essere il meccanismo alla base del fenomeno.

Huang X et al Mov Disord online 31 marzo 2008