Menu
Italian English French German Spanish

Pesce, frutta, verdura e legumi

Ricercatori Giapponesi hanno esaminato le abitudini alimentari di 249 pazienti con una diagnosi di malattia di Parkinson effettuata secondo i criteri della UK PD Brain Bank e di 368 controlli sani senza malattie neurodegenrative tramite un questionario validato relativo all'ultimo mese. Hanno suddiviso i soggetti in tre gruppi a seconda degli alimenti principali consumati in tre tipi di dieta: "sana" caratterizzata da un elevato consumo di pesce, verdura, frutta, legumi, alghe e funghi, una dieta "Occidentale" e "Leggera".

Hanno rilevato che il rischio di malattia di Parkinson era ridotto del 46% nei soggetti con abitudini alimentari sane.

Quattro anni fa ricercatori italiani avevano rilevato una riduzione del rischio di malattia di Parkinson e di Alzheimer del 13% nei soggetti che seguivano una dieta mediterranea a base di pesce, frutta, verdura, legumi, cereali, con consumo moderato di vino rosso (vedere intervista "Ricerca italiana mette in evidenza i benefici della dieta mediterranea )"

Fonte: Okubo e coll Europ J Neurol online 5 December 2011