Menu
Italian English French German Spanish

Alimenti ipoproteici per ridurre le fluttuazioni motorie

Uso di alimenti per pazienti renali nella malattia di Parkinson

E’ stato effettuato uno studio clinico preliminare in 18 pazienti che hanno seguito una dieta bilanciata per due mesi e poi una dieta basata sull’uso di alimenti a basso contenuto di proteine per altri due mesi, oppure viceversa, in base ad una sequenza casuale. Gli alimenti a basso contenuto di proteine sono in commercio già da tempo per i pazienti con problemi renali. I pazienti hanno segnato la durata dei tempi in ON (buon controllo dei sintomi) ed OFF (comparsa dei sintomi motori) su un diario e sono stati valutati da un medico che non era a conoscenza del regime alimentare seguito. L’uso degli alimenti con basso contenuto di proteine ha determinato una riduzione media del tempo in OFF totale pari ad oltre un’ora al giorno. L’aumento del movimento è stato associato ad una perdita media di peso di 1 kg.

Barichella e coll. - Mov Disrod 2006; 21:1682-1687