Menu
Italian English French German Spanish

Amantadina serve per le discinesie da levodopa

I risultati dello studio AMANDYSK 

Ricercatori francesi hanno condotto uno studio in 57 pazienti parkinsoniani che presentavano discinesie (movimenti involontari) indotte da levodopa e che erano in terapia cronica con amantadina (almeno 200 mg al giorno per almeno 6 mesi) per tali discinesie. I pazienti sono stati assegnati in condizioni di doppia cecità (nè il medico nè il paziente era a conoscenza di quello che era stato assegnato) a continuare amantadina oppure ad interromperla assumendo un placebo (preparato identico ma senza il principio attivo) per 3 mesi.

Dopo 3 mesi le voci 32 e 33 della scala UPDRS relative alle discinesie erano deteriorate in misura significativamente maggiore nel gruppo assegnato al placebo (in media +1.7 vs +0.2 p=0,003). Tutti gli altri parametri misurati confermavano questo risultato (% di abbandoni per inefficacia sulle discinesie, aumento del tempo in ON con discinesie, peggioramento sulla scala specifica per le discinesie AIMS).

I ricercatori hanno concluso che la sospensione della amantadina peggiora le discinesie indotte dalla levodopa

Fonte: Ory-Magne F et al Neurology online 26 dicembre 2013