Menu
Italian English French German Spanish

Completato primo studio clinico con PRX002

Anticorpi anti-alfa-sinucleina funzionano e sono ben tollerati

Una azienda biotecnologica americana ha messo a punto anticorpi anti-alfa-sinucleina, detti PRX002.  Alfa-sinucleina è una proteina che rappresenta uno dei componenti principali dei tipici corpi di Lewy che compaiono nei neuroni ammalati di Parkinson. Una delle teorie più accreditate riguardo allo sviluppo della malattia di Parkinson è che i neuroni vengono danneggiati da accumuli di alfa-sinucleina malripiegata che i neuroni non riescono a smaltire – i corpi di Lewy appunto. La speranza è che gli anticorpi anti-alfasinucleina possano rallentare la progressione della malattia di Parkinson. 

L'azienda ha comunicato agli azionisti che un primo studio clinico di confronto tra diverse dosi singole di PRX002 ed un placebo (sostanza inerte) condotto su 40 volontari sani in condizioni di doppia cecità (in cui né i ricercatori né i soggetti sapevano chi aveva ricevuto che cosa) ha dato risultati positivi: il prodotto è stato ben tollerato, avendo avuto effetti indesiderati modesti di scarsa importanza (dolore al sito di iniezione, mal di testa, lievi infezioni virali) senza alcuna reazione allergica, e la riduzione dei livelli di alfa-sinucleina nel sangue è stata mediamente pari al 96%. 

È già partito un secondo studio che prevede iniezioni ripetute in pazienti affetti da malattia di Parkinson.

 

Fonte:  comunicazione aziendale