Menu
Italian English French German Spanish

I recettori per l’adenosina sono coinvolti nello sviluppo delle discinesie nei pazienti parkinsoniani

Gli inibitori dei recettori per l’adenosina A2A potrebbero essere futuri farmaci anti-parkinsoniani

Sono stati sottoposti ad autopsia 14 pazienti parkinsoniani, di cui 7 avevano sviluppato discinesie (movimenti involontari), mentre i rimanenti 7 non li avevano sviluppati. Indagini specifiche per la quantificazione dell’acido ribonucleico (RNA) relativo ai recettori dell’adenosina A2A e dei loro legami hanno stabilito che tali recettori erano aumentati nel putamen (una componente dello striato, una regione alla base del cervello coinvolto nella funzione motoria) nei pazienti discinetici. Questo suggerisce che lo sviluppo delle discinesie indotto da terapia a base di levodopa nel lungo termine sia associato ad un aumento della sintesi dei recettori per l’adenosina A2A nei neuroni della via che va dallo striato al pallido. Composti che bloccano i recettori per l’adenosina A2A potrebbero essere utili per il trattamento delle discinesie indotte da levodopa nei pazienti con malattia di Parkinson in fase avanzata.

Calon F et al Brain 2004; 127: 1075-1084