Menu
Italian English French German Spanish

La sindrome da disregolazione dopaminergica: una rara complicazione del Parkinson

Necessarie terapie complesse ed una ottima assistenza a casa

La sindrome da disregolazione dopaminergica è una rara complicazione della malattia di Parkinson che consiste nell'abuso della terapia dopaminergica a dosi sempre crescenti.  

Presso il Centro Parkinson ICP di Milano è stata effettuata una analisi retrospettiva di 35 casi documentati per individuare fattori di rischio, e terapie associate ad un esito favorevole.

È stato stabilito che fattori di rischio che devono indurre il medico a monitorare il paziente sono una storia personale o familiare di altri tipi di abuso, storia di depressione, storia familiare di Parkinson, esordio in età giovanile, spiccata differenza della funzione motoria tra ON e OFF, specie per quanto riguarda le distonie. La terapia con la maggiore percentuale di remissioni era a base di clozapina e infusione duodenale di levodopa oppure stimolazione cerebrale profonda.

Un altro fattore molto importante è la presenza continua di un badante che monitori efficacemente l'assunzione della terapia.

 

 

Fonte:  Cilia R e coll J Neurol Neurosurg Psychiatry 2014; 85: 311-8