Menu
Italian English French German Spanish

Trattamento del paziente parkinsoniano con fluttuazioni motorie e discinesie indotte dalla levodopa: stato dell’arte

La relazione del Comitato per la Qualità della Accademia Americana di Neurologia

I farmaci con la migliore documentazione relativa alla capacità di ridurre il tempo in OFF (in cui ricompare la sintomatologia) sono l’entacapone e la rasagilina, seguiti da pramipexolo, ropinirolo e tolcapone; è possibile che siano efficaci anche l’apomorfina, la cabergolina e la selegilina. Non vi sono abbastanza studi comparativi per potere affermare che alcuni di questi farmaci siano superiori agli altri. Le formulazioni ritardo di carbidopa/levodopa e di bromocriptina non sono efficaci nel ridurre il tempo in OFF. L’amantadina è l’unico farmaco che è in grado di ridurre le discinesie; tuttavia, la documentazione della sua efficacia è limitata. La stimolazione cerebrale profonda (DBS) del nucleo subtalamico migliora la funzionalità motoria e riduce il tempo in OFF, le discinesie e l’uso di farmaci antiparkinson; una storia di buona risposta alla levodopa è un fattore predittivo di buona riuscita dell’intervento di DBS.

Pahwa R et al. Neurology 2006; 66: 983-995