Menu
Italian English French German Spanish

Il genotipo non predice la risposta del paziente parkinsoniano agli inibitori delle COMT

La farmacogenomica non dà i risultati attesi

Attualmente è disponibile un inibitore della catecol-O-metil-transferasi (COMT), un enzima deputato al metabolismo della levodopa, per il trattamento delle fluttuazioni motorie nei pazienti affetti da malattia di Parkinson: l’entacapone (Comtan®). Data la complessità delle fluttuazioni motorie, la valutazione della efficacia terapeutica di questo farmaco non è immediata e sarebbe utile avere fattori predittivi della risposta del paziente. E’ stato scoperto che l’attività della COMT viene regolata da un singolo nucleotide ubicato nel braccio lungo del cromosoma 22 e sono stati eseguiti tre studi in doppio cieco per stabilire se il genotipo COMT era predittivo della risposta al suo inibitore. Non sono state osservate differenze sostanziali nella risposta di pazienti con genotipo diverso.

Rinne et al Am J Pharmacogenomics 2003; 3: 11-15