Menu
Italian English French German Spanish

la genetica può contribuire la predire la velocità di progressione del Parkinson

Sufficiente analizzare solo due fattori genetici secondo ricercatori australiani

Ricercatori australiani hanno analizzato le varianti (polimorfismo) di due fattori genetici in 123 pazienti parkinsoniani in cui la velocità di progressione della malattia di Parkinson era nota. I due geni erano il promotore del gene alfa-sinucleina noto come NACP-Rep1 ed il gene della proteina tau (MAPT) . Hanno osservato una interazione tra i due fattori genetici e sono giunti alla conclusione che la dleterminazione de genotipi di NACP-Rep-1 e di MAPT insieme permette di stimare la velocità di progressione della malattia di Parkinson con valori predittivi positivi pari al 94-100% per certi genotipi.
Huang Y e coll JJ Parkinson's disease 2011; 1: 271-276