Menu
Italian English French German Spanish

Colonscopia o esame equivalente per diagnosticare il Parkinson

Trovati accumuli di alfa-sinucleina nelle cellule nervose intestinali

 

Neurologi del Rush Medical College di Chicago (USA) hanno chiesto ai colleghi gastroenterologi di effettuare una sigmoidoscopia (esame in cui si inserisce un tubicino flessibile nel retto per guardare il sigma, l’ultima parte dell’intestino subito sopra il retto) e prendere dei campioni di tessuto intestinale in 10 pazienti con malattia di Parkinson in fase iniziale (7 maschi, età mediana 58,5 anni, durata mediana di malattia 1,5 anni), nonché in 23 soggetti sani e 23 soggetti affetti da malattia intestinale di natura infiammatoria. Hanno colorato i campioni di tessuto alla ricerca della proteina alfa-sinucleina, che forma accumuli tipici nel Parkinson, i corpi di Lewy. Tutti i campioni prelevati da soggetti parkinsoniani presentavano fibre nervose ricche di alfa-sinucleina, mentre nessuno degli altri campioni era positivo per questa proteina. Successivamente hanno cercato anche la 3-nitrotirosina, un marcatore di stress ossidativo. 87% dei campioni dei soggetti parkinsoniani erano positivi per questo composto, ma lo erano anche alcuni dei campioni prelevati da soggetti sani o affetti da patologia intestinale.

I ricercatori hanno poi recuperato campioni bioptici raccolti tramite colonscopia da 2 a 5 anni prima dell'insorgenza della malattia di Parkinson in 3 pazienti parkinsoniani. Tutti e tre i campioni erano positivi per alfa-sinucleina.

Gli autori ritengono che la sigmoido / colonscopia possa diventare un mezzo per effettuare la diagnosi di malattia di Parkinson in futuro. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per confermare questi risultati.

 

Shannon e coll Mov Disord online 1 May 2012

Shannon e coll Mov Disord online 11 July 2011