Menu
Italian English French German Spanish

Come si altera il comando motorio nel cervello con la progressione della malattia di Parkinson?

Le differenze nelle neuroimmagini a distanza di 2 anni

Sono stati sottoposti a scannerizzazioni con la PET ed il tracciante H(2)15O 13 pazienti parkinsoniani nelle fasi precoci della malattia due volte a distanza di due anni mentre veniva loro chiesto di afferrare degli oggetti. Tutti i pazienti presentavano un rallentamento del movimenti dopo 2 anni, sia per quanto riguardava l’inizio del movimento che la sua velocità. Le neuroimmagini hanno mostrato che il rallentamento era correlato ad un aumento del convolgimento non solo dei gangli basali, ma anche di regioni della corteccia cerebrale normalmente coinvolti nella esecuzione di compiti più complessi, come l'area pre-motoria supplementare, la corteccia cingolata anteriore e la cinconvoluzione postcentrale.

Carbone et al. Neuroimage 2007; 34: 361-370