Menu
Italian English French German Spanish

Concentrazione di alfa-sinucleina nel fluido cerebrospinale

Utile per la diagnosi di malattia di Parkinson, MSA e demenza con corpi di Lewy

Le malattie neurodenerative a carico del sistema nervoso centrale si suddividono in sinucleinopatie e taupatie a seconda della proteina che si accumula nelle cellule nervose (alfa-sinucleina o tau). Una equipe di ricercatori tedeschi ed americani ha misurato con il metodo ELISA i livelli delle proteine alfa-sinucleina e tau nel fluido cerebrospinale di pazienti affetti da malattia di Parkinson, atrofia multisistemica (MSA), demenza con corpi di Lewy, malattia di Alzheimer e altre patologie, nonché di un gruppo di pazienti deceduti in cui tali diagnosi erano confermate dai reperti dell'autopsia. Hanno rilevato che nei pazienti con malattia di Parkinson, MSA e demenza con corpi di Lewy i livelli di alfa-sinucleina nel fluido cerebrospinale erano significativamente più bassi di quelli nella malattia di Alzheimer ed altre patologie. Tra i soggetti deceduti, era possibile distinguere la demenza con corpi di Lewy dalla malattia di Alzheimer in base ai livelli di alfa-sinucleina nel fluido cerebrospinale. Ponendo il livello di alfa-sinucleina nel fluido cerebrospinale a 1,6 pg/mcl il test era positivo in presenza di malattia di Parkinson nel 70,7% dei casi (“sensibilità”), mentre un risultato negativo la escludeva solo nel 50% dei casi (“specificità”).

Mollenhauer e coll Lancet Neurol 2011; 10: 230-240