Menu
Italian English French German Spanish

La struttura della proteina alfa-sinucleina si rivela un fattore sempre più importante per il Parkinson

La forma non fosforilata induce neurodegenerazione

È stato iniettato nel tratto nigrostriatale di ratti da un lato solo un virus ricombinante per assicurare la "espressione" ovvero la presenza a livelli 4 volte al di sopra della norma di tre forme della proteina alfa-sinucleina nei neuroni : quella naturale, una forma mutata non fosforilata ed una forma mutata fosforilata. La forma non fosforilata ha causato degenerazione neuronale dopo 4 settimane e quella naturale dopo 26 settimane, mentre con quella fosforilata non sono state osservate alterazioni dei neuroni dopaminergici. Questa scoperta suggerisce che la fosforilazione potrebbe essere un meccanismo da sfruttare per la messa a punto di nuove terapie per la malattia di Parkinson.

Gorbatyuk et al Proce Natl Acad Sci USA 2008: online 8 gennaio