Menu
Italian English French German Spanish

Prevenzione della morte cellulare attraverso la funzione lisosomiale

Il blocco dell’accumulo di aggregati di alfa-sinucleina può rappresentare una terapia per la malattia di Parkinson

E’ noto che il deposito di alfa-sinucleina nei neuroni è associato a neurodegenerazione nella malattia di Parkinson di tipo familiare. E’ stata avanzata l’ipotesi che l’accumulo di formazioni intermedie non fibrillari di alfa-sinucleina nel citoplasma dei neuroni causi la formazione di corpi inclusi fibrillari che determinano la morte cellulare. Gli autori di questo studio hanno dimostrato che le cellule sono in grado di rimuovere gli aggregati di alfa-sinucleina tramite la via di degradazione lisosomiale. I lisosomi sono vescicole citoplasmatiche che contengono enzimi idrolitici. Gli intermedi non-fibrillari possono essere rimossi tramite il meccanismo idrolitico, mentre i corpi inclusi fibrillari maturi no. Questi risultati suggeriscono che il potenziamento della funzione lisosomiale potrebbe essere un approccio terapeutico valido per bloccare o prevenire lo sviluppo della malattia di Parkinson e di altre malattie caratterizzate dalla presenza dei corpi inclusi di Lewy.

Lee HJ et al J Neurosci 2004; 24: 1888-1896