Menu
Italian English French German Spanish

Scoperti i fattori scatenanti di una reazione infiammatoria cerebrale che accelera la malattia di Alzheimer

Si aprono nuove prospettive per il trattamento della malattia

Un gruppo di ricercatori del Laboratorio di Ricerca sulla malattia di Alzheimer presso la Università Case Western Reserve (Cleveland, Ohio, USA) ha scoperto quattro proteine che scatenano una reazione infiammatoria nel cervello diretta contro le caratteristiche placche di amiloide che si sviluppano nella malattia. La reazione non riesce a rimuovere le placche, diventa cronica e peggiora le condizioni del tessuto cerebrale, uccidendo neuroni, le cellule cerebrali responsabili per la memoria ed altre funzioni cerebrali. I ricercatori sono convinti che la messa a punto di inibitori di una qualsiasi delle quattro proteine fornirà una terapia in grado di bloccare la reazione infiammatoria nel tessuto cerebrale, rallentando la progressione della malattia di Alzheimer. E’ già stato osservato che una terapia antinfiammatoria a lungo termine per malattie croniche, quali la artrite reumatoide, riduce il rischio di sviluppare la malattia.

http://www.sciencedaily.com/releases/2003/04/030430081858.htm