Menu
Italian English French German Spanish

Trovato il fattore di crescita giusto per il trattamento della malattia di Parkinson?

Secondo gli studi nel ratto, la risposta è sì

Scienziati dell’Università di Helsinki (Finlandia) hanno scoperto un fattore di crescita specifico per le cellule nervose dopaminergiche, che hanno chiamato CDNF. Una sola iniezione di CDNF nello striato prima della somministrazione della tossina 6-OHDA, ha protetto i ratti dai danni della tossina sia nel senso di non sviluppare sintomatologia parkinsoniana che di sopravvivenza delle cellule. Quando CDNF è stata somministrata 4 settimane dopo la somministrazione della tossina, ha ripristinato la funzione delle cellule nervose dopaminergiche, bloccando la loro degenerazione. Lo striato è una parte del cervello coinvolta nella regolazione dei movimenti che è danneggiata nella malattia di Parkinson. La tossina 6-OHDA viene usata in modelli sperimentali per creare lesioni simili a quelli che si osservano nel paziente con malattia di Parkinson.

Lindholm e coll Nature 2007; 448:73-77