Menu
Italian English French German Spanish

Una lieve variazione del posizionamento degli elettrodi nel talamo è associata ad un miglioramento delle discinesie

Con la medesima procedura di stimolazione talamica, due equipe hanno ottenuto risultati diversi sulle discinesie indotte da levodopa, mentre i risultati sul tremore parkinsoniano sono sempre stati ottimi

Dopo 10 anni di esperienza con la stimolazione cerebrale profonda a livello del talamo nel medesimo sito, le equipe di Lille e Grenoble (Francia) hanno ottenuto gli stessi risultati sul tremore. Tuttavia, l'equipe A (Lille) ha conseguito nel contempo anche un netto miglioramento delle discinesie indotte dalla dose massima di levodopa, mentre l'equipe B (Grenoble) non ha ottenuto questo beneficio. Una analisi retrospettiva ha mostrato che l'equipe A aveva posizionato gli elettrodi in un sito lievemente più profondo, posteriore e mediale rispetto all'equipe B. Questo suggerisce che un'altra struttura talamica, il centro mediano ed il complesso parafascicolare, potrebbe essere coinvolta specificamente nella fisiopatologia delle discinesie indotte dalla levodopa alla dose massima

Caparros-Lefrebre D et al - J Neurol Neurosurg Pschiatry - 1999; 67: 308-314