Menu
Italian English French German Spanish

Il ropinirolo a dosi elevate nella malattia di Parkinson in fase avanzata

Questa terapia è bene tollerata ed efficace nella maggior parte dei pazienti affetti da discinesie associate alla levodopa

Sono stati studiati gli effetti dell’aggiunta di dosi elevate del dopamino agonista ropinirolo in 36 pazienti con malattia di Parkinson in fase avanzata per ridurre le fluttuazioni motorie e le discinesie associate a terapia a base di levodopa. Il dosaggio giornaliero di ropinirolo è stato aumentato da 18.4 ± 3.5 mg a 34.7 ± 5.5 mg ed il dosaggio giornaliero di levodopa è stato ridotto da 734.1 ± 254.8 mg a 502.8 ± 228.4 mg. Dopo 12 mesi, 11 pazienti hanno ridotto il dosaggio di ropinirolo oppure lo hanno sospeso a causa di effetti collaterali o di peggioramento delle loro condizioni cliniche, mentre 25 pazienti hanno continuato la terapia. In questi ultimi le discinesie ed i periodi in OFF sono diminuiti significativamente. Questi risultati devono essere confermati da studi controllati in un congruo numero di pazienti.

Fonte: Cristina S et al Clin Neuropharmacol 2003; 26: 146-150