Menu
Italian English French German Spanish

Un ampio studio conferma che la stimolazione cerebrale profonda migliora i pazienti con malattia di Parkinson in fase avanzata

La stimolazione bilaterale del nucleo subtalamico o del globo pallido migliora la funzione motoria nei pazienti resistenti alla terapia medica

E' stato effettuato uno studio prospettico, in doppio cieco ed in crossover in pazienti con malattia di Parkinson in fase avanzata. Gli elettrodi sono stati impiantati bilateralmente in 96 pazienti nel nucleo subtalamico ed in 38 pazienti nel globo pallido. Tre mesi dopo l'impianto è stato conseguito un miglioramento mediano del 49% del punteggio motorio nei pazienti stimolati a livello del nucleo subtalamico e del 37% nei pazienti stimolati a livello del globo pallido.

The Deep Brain Stimulation for PD Study Group New Engl J Med 2001; 345: 956-963