Menu
Italian English French German Spanish

Scompare Gianpaolo Maestrone un eroe nella lotta contro il Parkinson

Dr MaestronePubblichiamo la traduzione del comunicato ufficiale del Direttore dell'APDA per ricordare il nostro indimenticabile amico.

Dr. Gianpaolo Maestrone, 1930-2009

Di Staten Island Advance
6 Ottobre 2009, ore 5:49

maestrone-pezzoli

Dr. Gianpaolo "Paul" Maestrone, un uomo di mondo noto per i suoi sforzi nel condurre ricerche sulla malattia di Parkinson, è morto ieri all'ospedale universitario di Staten Island a Ocean Breeze. Aveva 79 anni.

Nato a Bergamo, Italia, Dr. Maestrone si è laureato magna cum laude in veterinaria all'Università di Milano, dove era diventato professore all'età di 23 anni. E' andato negli Stati Uniti per la prima volta nel 1953 come vincitore di una borsa di studio Fulbright presso l'Università dello Stato di Iowa. E' vissuto a New Brighton fino al 1956, poi si è trasferito a Grasmere per 33 anni, prima di stabilirsi definitivamente a Dongan Hills 20 anni fa.

Iscritto all'Ordine dei Veterinari negli Stati Uniti nel 1967, Dr. Maestrone lavorò molti anni come ricercatore, prima presso il Centro di Medicina Animale a Manhattan per quattro anni, poi presso E.R. Squibb a New Brunswick, N.J., per cinque anni ed infine presso Hoffman-LaRoche, Inc., a Nutley, N.J., per 20 anni.

Tuttavia, Dr. Maestrone è noto soprattutto per il suo coinvolgimento nella ricerca sulla malattia di Parkinson. Seguendo le orme di suo suocero, che fondò l'Associazione Americana dei Pazienti con malattia di Parkinson (APDA), Dr. Maestrone fondò l'Associazione Italiana Parkinsoniani (AIP).

Ha anche lavorato più di 20 anni come direttore scientifico per APDA a Grasmere. Ha avuto un ruolo chiave nel sviluppare la World Parkinson Disease Association, l'associazione mondiale contro la malattia di Parkinson, la più grande associazione popolare, che coinvolge 25 paesi e sostiene 1,5 milioni di Americani con malattia di Parkinson.

Dr. Maestrone deteneva anche diversi brevetti ed ha pubblicato 50 articoli di ricerca scientifica. Tra i suoi contributi si annovera la creazione del concetto I ed I (Informazione ed Invio), un piano basato su una rete di collegamenti attraverso il quale malati di Parkinson ed i loro familiari possono trovare informazioni e supporto. Ha avuto anche un ruolo chiave nel conseguimento di un finanziamento pari a $ 30 milioni per un programma di ricerca sulla malattia.

E' stato membro dell'Associazione Americana dei Veterinari, della Società Americana di Microbiologia Veterinaria, della New York Academy of Medicine, della Società Americana di Microbiologia, della Theobald Smith Society, dell'Associazione dei Veterinari nell'Industria e dell'Associazione dei Ricercatori su Patologie degli Animali.

Nel suo tempo libero leggeva romanzi gialli e storici, e si occupava con orgoglio del suo orto e dei fiori nel suo giardino. Univa l'hobby della fotografia alla sua passione di trascorrere tanto tempo con la sua famiglia.

I suoi familiari lo descrivono come un uomo estremamente interessante che era un pozzo di scienza.

"Era un marito, padre, nonno e bis-nonno molto affettuoso " ha detto sua figlia, Elizabeth N. Braun. "Era veramente interessato agli altri, molto intelligente e sempre pronto a dare una mano."

Oltre a sua figlia, lascia la moglie, con cui ha trascorso 53 anni della sua vita, Sophia; un figlio, Frank S. Maestrone; un'altra figlia, Elena F. Imperato; sette nipoti e due bis-nipoti.

Il funerale sarà giovedì dalla Cappella Funeraria Virginia, Dongan Hills, con una messa alle ore 10 alla chiesa Sant'Anna, pure a Dongan Hills. Seguirà la sepoltura al Cimitero di Moravia, New Dorp.