Menu
Italian English French German Spanish

La correzione di sublussazioni vertebrali può migliorare la sintomatologia parkinsoniana?

L’esperienza di una esperta di chiropratica

Una esperta di chiropratica che esercita la professione a Boulder (Colorado, USA) ha pubblicato la sua esperienza con 37 pazienti parkinsoniani sottoposti ad opportune manipolazioni della colonna vertebrale superiore per correggere sublussazioni vertebrali documentate radiologicamente. I pazienti avevano subito un grave trauma da 2 mesi a 30 anni prima della comparsa della malattia. Trentaquattro dei pazienti (92%) hanno presentato un miglioramento della sintomatologia parkinisoniana, che era notevole in 16 casi (43%). I pazienti sono stati seguiti per periodi fino a 5 anni e non è stato rilevato alcun peggioramento. Vi sono già segnalazioni in letteratura che suggeriscono che vi possa essere una associazione tra traumi al capo ed al collo e la comparsa della malattia di Parkinson. La chiropratica è un branca della medicina alternativa. Inventata da un guaritore americano 100 anni fa, esso consiste in tecniche di manipolazione della colonna vertebrale allo scopo di correggere sublussazioni vertebrali che impedirebbero una corretta funzione del sistema nervoso e che sarebbero alla base del 95% delle patologie dell’uomo.

Elster EL, Journal of Vertebral Subluxation Research, August 2004

Notizie correlate