Menu
Italian English French German Spanish

La rasagilina rallenta la progressione della malattia di Parkinson nelle primissime fasi

I risultati di uno studio clinico in doppio cieco su 370 pazienti

Nell’ambito di un studio clinical multicentrico americano condotto in doppio cieco (in cui né il paziente, né il medico sapevano a quale schema terapeutico fossero stati assegnati i singoli pazienti) 371 pazienti sono stati assegnati a trattamento con rasagilina, un inibitore irreversibile delle monoamino ossidasi di tipo B, alle dosi di 1 o 2 mg per 1 anno oppure a trattamento con placebo per 6 mesi, seguito da rasagilina (2 mg al giorno) per altri 6 mesi. Nei soggetti trattati con rasagilina per un anno è stato riscontrato un aumento significativamente minore del punteggio medio totale UPDRS pari a 2.29 .

Parkinson Study Group Arch Neurol 2004; 61: 561-566