Menu
Italian English French German Spanish

Livelli elevati di omocisteina plasmatica nei pazienti parkinsoniani

Depressione e compromissione delle funzioni cognitive sono più frequenti quando i livelli di omocisteina sono elevati

E’ stato stabilito che livelli elevati di omocisteina rappresentano un fattore di rischio per lo sviluppo di demenza. I pazienti parkinsoniani spesso presentano livelli elevati di omocisteina, perché questo composto viene prodotto durante la degradazione della levodopa. I livelli di omocisteina sono stati correlati all’esito di una serie di test di funzioni cognitive in 97 pazienti parkinsoniani. I pazienti con livelli elevati di omocisteina presentavano un maggiore tasso di depressione ed una maggiore compromissione della memoria e dell’attenzione.

O’Suilleabhain PE et al Arch Neurol 2004; 61: 865-868