Menu
Italian English French German Spanish

L’ormone della crescita può facilitare la distinzione tra malattia di Parkinson e atrofia multisistemica

Incremento dei livelli di ormone della crescita in risposta alla apomorfina nella malattia di Parkinson, ma non nella atrofia multisistemica

E’ difficile distinguere la malattia di Parkinson da altre sindromi parkinsoniane, quali la atrofia multisistemica, che si presentano inizialmente con una sintomatologia simile. La distinzione è importante, perché queste ultime hanno una prognosi molto peggiore. In uno studio svolto all’ Istituto Marx Plank a Monaco, è stata confrontata la produzione di ormone della crescita in risposta a diversi stimoli, tra cui diverse dosi di apomorfina – un farmaco dopaminergico - in 17 pazienti affetti da Malattia di Parkinson, 16 pazienti con diagnosi di atrofia multisistemica ed in 11 controlli sani.
E’ stato rilevato che dopo la somministrazione di una dose bassa di apomorfina i livelli di ormone della crescita sono aumentati in maniera molto più marcata nel gruppo dei pazienti parkinsoniani rispetto agli altri due gruppi.
Questo rilievo potrà essere sfruttato come test per distinguere la malattia di Parkinson dalla atrofia multisistemica.

Friess E et al Arch Neurol 2001; 58: 241-246