fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

L’eccitabilità dell’area motoria supplementare nella malattia di Parkinson dipende dal danno sottocorticale.

Autori: Casarotto S, Turco F, Comanducci A, Perretti A, Marotta G, Pezzoli G, Rosanova M, Isaias IU.

 

Significato: Questo studio fa parte di una serie di ricerche che si prefiggono di meglio comprendere le alterazioni dei circuiti neurali nella malattia di Parkinson, per mettere a punto nuove e più efficaci strategie terapeutiche. La stimolazione magnetica transcranica combinata con l’elettroencefalografia viene impiegata in questo lavoro per indagare le alterazioni dell’eccitabilità corticale nella malattia di Parkinson e l’effetto della levodopa sull’attività della corteccia cerebrale. I risultati rafforzano l’idea che la disfunzione di specifici circuiti neurali che connettono la corteccia con aree cerebrali sottocorticali possano avere un ruolo chiave nell’insorgenza dei sintomi parkinsoniani, quali la bradicinesia (lentezza dei movimenti).
Sponsorizzazione: La Fondazione Grigioni ha sponsorizzato parte del costo degli esami ed una borsa di studio.

Pubblicazione: Brain Stimul. 2019 Jan - Feb;12(1):152-160

Abstract in inglese

 

Pin It

Dona alla ricerca sul Parkinson

studio con le staminali

Aiuta i ricercatori a completare gli studi in corso!

Per un futuro senza Parkinson, grazie a te.

Ultimi lavori scientifici pubblicati

Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !