fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Coronaropatia associata all’iperomocisteinemia

Livelli elevati di omocisteina correlati alla levodopa sono associati ad un aumento della prevalenza di coronaropatia nei pazienti parkinsoniani

I pazienti affetti da malattia di Parkinson possono presentare livelli elevati di omocisteina in seguito al metabolismo della levodopa e della dopamina da parte dell’enzima catecol-O-metil transferasi. E’ stata raccolta prospetticamente l’anamnesi di 235 pazienti affetti da malattia di Parkinson per verificare se avevano una storia di coronaropatia. I livelli plasmatici di omocisteina era significativamente più elevati nei pazienti in trattamento con levodopa rispetto a quelli non trattati con questo farmaco. I pazienti i cui livelli di omocisteina erano nel quartile superiore (>= 17.7 mmol/L) presentavano un aumento della prevalenza di coronaropatia.

Rogers JD et al Arch Neurol 2003; 60: 59-64

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !