fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Un inibitore enzimatico potrebbe migliorare la funzione cognitiva nella malattia di Parkinson

Le capacità di scimmie con deficit cognitivi dovuti a terapia con MPTP migliorano con l'inibitore della prolil endopeptidasi S17092

L'enzima prolina endopeptidasi contribuisce alla degradazione di molti neuropeptidi associati alla funzione cognitiva e compromessi nella malattia di Parkinson In seguito alla somministrazione di S17092, un potente inibitore dell'enzima, per 7 giorni per via orale, le capacità cognitive di scimmie con deficit cognitivi dovuti a terapia cronica con dosi basse di MPTP sono migliorate significativamente

Schneider et al Neuropsychopharmacol 2002; 26: 176-182

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !