fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Accumuli di alfa-sinucleina

alfa sinucleinaL'aggregazione di alfa-sinucleina a livello dei neuroni è, come già spesso riportato, alla base dello sviluppo della  malattia di Parkinson e dei disturbi neurologici correlati, definiti come sinucleinopatie. 

 

Un numero crescente di prove ora indica che la deposizione di alfa-sinucleina è presente anche nell'intestino e in altri organi periferici al di fuori del sistema nervoso centrale. Proprio la Fondazione Grigioni sta proseguendo approfondimenti riguardo la presenza di aggregati di alfa-sinucleina a livello delle terminazioni nervose della cute, con analisi sempre più sofisticate e all’avanguardia. Gli studi della Fondazione a tal riguardo inoltre stanno analizzando e comparando anche coppie di gemelli monozigoti, con l’evidenza, al momento, di un’ottima correlazione tra presenza della patologia e di questi aggregati periferici. 

Riportiamo a tal proposito un recente studio, che dimostra per la prima volta che l’alfa-sinucleina si accumula anche all'interno del fegato.

Analizzando tessuto epatico umano post mortem, sono stati identificati casi di pazienti affetti da sinucleinopatie che presentavano anche accumuli di alfa-sinucleina all'interno delle strutture epatocellulari; questo riscontro è maggiore nei pazienti affetti (75%) rispetto ai soggetti di controllo (57%). Questo dato conferma quindi un importante ruolo epatico nell’eliminazione dell’alfa-sinucleina. 

 

Fonte: Reyes JF et al., Acta Neuropathol Commun. 2021 Mar 20;9(1):46. 

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !