Menu

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Puoi cliccare su “Approvo tutti” per accettare tutte le categorie di cookie oppure rifiutare i cookie e continuare a navigare, saranno installati solo cookie tecnici. Per saperne di piu'

Declino Approvo tutti

Informativa sull'uso dei cookie

  •  

    PREMESSE

    I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente. La legge afferma che si possono memorizzare i cookie sul suo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del suo permesso.

    Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono collocati da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine. Per modificare o revocare il proprio consenso per l'utilizzo dei cookie sul nostro sito web, cliccare qui.

    L'informativa completa sulla privacy si trova alla pagina Privacy policy

    L’informativa è resa solo per il sito www.parkinson.it della Grigioni per il Morbo di Parkinson e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link.

     

  • COOKIE NECESSARI

    I cookie necessari contribuiscono a rendere fruibile il sito web abilitandone funzionalità di base quali la navigazione sulle pagine e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non è in grado di funzionare correttamente senza questi cookie. Sono altresì definiti come cookie tecnici.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

PHPSESSID

parkinson.it

Preserva gli stati dell'utente nelle diverse pagine del sito.

Sessione

HTTP

cookieconsent

parkinson.it

Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente

1 anno

HTTP

cookieconsent_p

parkinson.it

Consenso ai cookie di preferenze

1 anno

HTTP

cookieconsent_s

parkinson.it

Consenso ai cookie di statistiche

1 anno

HTTP

cookieconsent_m

parkinson.it

Consenso ai cookie di profilazione

1 anno

HTTP

nrid

parkinson.it

Codice univoco del visitatore per visualizzare i banner di annunci

3 mesi

HTTP

engagebox_ID

parkinson.it

Usato per decidere se il banner ID è stato chiuso e deve rimanere chiuso

3 mesi

HTTP

SSID, SID, SAPISID, NID, HSID, APISID

Google

Cookie utilizzati da Google Maps che sono necessari per il funzionamento delle mappe dinamiche. Il contenuto e la loro creazione non sono direttamente controllabili poiché generati automaticamente all'inclusione della mappa dinamica.

Sessione

HTTP

 

COOKIE DI PREFERENZE

Sono cookie utilizzati per modificare l'aspetto del sito o il comportamento: sono impostazioni non strettamente necessarie al corretto utilizzo.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

lang

LinkedIn

Determina la lingua scelta del sito

Sessione

HTTP

NID

Google

Contiene un ID univoco che Google utilizza per ricordare le tue preferenze e altre informazioni, come la tua lingua preferita (es. italiano), quanti risultati di ricerca desideri visualizzare per pagina (es. 10 o 20) e se desideri che il filtro SafeSearch di Google sia attivato.

6 mesi

HTTP

1P_JAR

Google

Memorizza le preferenze di Google Maps e le informazioni dell’utente ogni volta che visita pagine web contenenti servizi di Google

1 mese

HTTP

 

  •  

    COOKIE STATISTICI

    Questi cookie aiutano a capire come i visitatori interagiscono sul sito web, aggregando i dati di navigazione in forma anonima.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

ln_or

LinkedIn

Registra dati statistici sul comportamento dei utenti sul sito web. Questi vengono utilizzati per l'analisi interna dall'operatore del sito.

1 giorno

HTTP

PageViewCount

Google

Questo cookie viene utilizzato per identificare la frequenza delle visite e il tempo di permanenza sul sito. Il cookie viene anche utilizzato per determinare quante e quali sottopagine vengono visualizzate dal visitatore del sito; queste informazioni possono essere utilizzate dal sito per ottimizzare il dominio e le relative sottopagine.

1 giorno

HTTP

TimeOnSite

Google

Memorizza i dati sul tempo trascorso sul sito web e le relative sottopagine durante la sessione corrente.

1 giorno

HTTP

collect

Google

Utilizzato per inviare dati a Google Analytics in merito al dispositivo e al comportamento dell'utente. Tiene traccia dell'utente su dispositivi e canali di marketing.

Session

Pixel

AnalyticsSyncHistory

LinkedIn

Utilizzato nel contesto della sincronizzazione dei dati con il servizio di analisi di terze parti.

29 giorni

HTTP

_ga

Google

Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.

2 anni

HTTP

_gat

Google

Utilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richieste

1 giorno

HTTP

_gid

Google

Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.

1 giorno

HTTP

_ga_#

Google

Utilizzato da Google Analytics per raccogliere dati sul numero di volte che un utente ha visitato il sito internet, oltre che le dati per la prima visita e la visita più recente.

2 anni

HTTP

OTZ

Google

Viene utilizzato da Google Analytics per tenere traccia delle informazioni sul traffico al sito Web

Sessione

HTTP

ANID, SIDCC, _Secure-APISID, _Secure-HSID, _Secure-SSID, SEARCH_SAMESITE, __Secure-3PAPISID, __Secure-3PSID

Google

Cookie utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito da parte dei visitatori ogni volta che vengono visitate pagine web contenenti servizi di Google.

2 anni

HTTP

_cksk

Microsoft

Utilizzato da Microsoft Clarity per combinare le pagine viste da un utente in una singola sessione

1 giorno

HTTP

 

  •  

    COOKIE DI PROFILAZIONE

    I cookie di profilazione vengono utilizzati per tracciare i visitatori sui siti web. La finalità è quella di presentare annunci che siano rilevanti e coinvolgenti per il singolo utente. Di norma utilizziamo servizi di terze parti forniti da Google, Meta (Facebook), Microsoft e LinkedIn per i quali si rimanda alla rispettiva informativa.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

_uetsid

Microsoft

Utilizzato per tracciare i visitatori su più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari pertinenti in base alle preferenze del visitatore. Utilizzato dal motore di ricerca bing.com

Persistente

HTML

_uetsid_exp

Microsoft

Contiene la data di scadenza del cookie con il nome corrispondente. 

Persistente

HTML

_uetvid

Microsoft

Utilizzato per tracciare i visitatori su più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari pertinenti in base alle preferenze del visitatore.

Persistente

HTML

_uetvid_exp

Microsoft

Contiene la data di scadenza del cookie con il nome corrispondente. 

Persistente

HTML

MUID/CLID

Microsoft

Utilizzato ampiamente da Microsoft come ID utente univoco. Il cookie consente il tracciamento dell'utente tramite la sincronizzazione dell'ID sui vari domini di Microsoft.

1 anno

HTTP

_clck

Microsoft

Memorizza un unico ID utente per Microsoft Clarity

1 anno

HTTP

__exponea_last_session_ping_timestamp__ 

Google

Questo cookie viene utilizzato per determinare quali prodotti il ​​visitatore ha visualizzato. Queste informazioni vengono utilizzate per promuovere prodotti correlati e ottimizzare l'efficienza pubblicitaria.

Persistente

HTML

__exponea_last_session_start_timestamp__ 

Google

Questo cookie viene utilizzato per determinare quali prodotti il ​​visitatore ha visualizzato. Queste informazioni vengono utilizzate per promuovere prodotti correlati e ottimizzare l'efficienza pubblicitaria.

Persistente

HTML

IDE

Google

Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente.

1 anno

HTTP

pagead/landing

Google

Raccoglie dati sul comportamento dei visitatori da più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari più pertinenti. Ciò consente inoltre al sito web di limitare il numero di volte che un visitatore viene mostrato lo stesso annuncio.

Sessione

Pixel

xnpe_#-#-#-#-# 

Google

Questo cookie registra dati sul visitatore. Le informazioni vengono utilizzate per ottimizzare la pertinenza dell'annuncio.

399 giorni

HTTP

fr

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.

3 mesi

HTTP

tr

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.

Sessione

Pixel

fbsr_

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per recuperare l'identificativo dell'applicazione utilizzata

Sessione

HTTP

ads/ga-audiences

Google

Usato da Google AdWords per reingaggiare visitatori propensi a convertirsi in clienti basandosi sul comportamento online in diversi siti.

Sessione

Pixel

pagead/1p-user-list/#

Google

Monitora se l'utente ha mostrato interesse per specifici prodotti o eventi su più siti web e rileva come l'utente naviga tra i siti. Viene usato per valutare le attività pubblicitarie e facilita il pagamento delle commissioni per il reindirizzamento tra i siti.

Sessione

Pixel

bcookie

LinkedIn

Utilizzato dal servizio di social network LinkedIn per tracciare l'utilizzo di servizi integrati.

1 anno

HTTP

bscookie

LinkedIn

Utilizzato dal servizio di social network LinkedIn per tracciare l'utilizzo di servizi integrati.

1 anno

HTTP

li_sugr

LinkedIn

Raccoglie dati sul comportamento e l'interazione degli utenti, per ottimizzare il sito e rendere più rilevante la pubblicità mostrata.

3 mesi

HTTP

lidc

LinkedIn

Utilizzato dal servizio di social network LinkedIn per tracciare l'utilizzo di servizi integrati.

1 giorno

HTTP

UserMatchHistory

LinkedIn

Garantisce la sicurezza della navigazione per il visitatore, impedendo la falsificazione di richieste incrociate. Questo cookie è essenziale per la sicurezza del sito e del visitatore. 

29 giorni

HTTP

_fbp

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.

3 mesi

HTTP

_gcl_au 

Google

Utilizzato da Google AdSense per sperimentare l'efficacia pubblicitaria su tutti i siti web che utilizzano i loro servizi.

3 mesi

HTTP

_uetsid

Microsoft

Raccoglie dati sul comportamento dei visitatori da più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari più pertinenti. Ciò consente inoltre al sito web di limitare il numero di volte che un visitatore viene mostrato lo stesso annuncio.

1 giorno

HTTP

_uetvid

Microsoft

Utilizzato per tracciare i visitatori su più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari pertinenti in base alle preferenze del visitatore.

1 anno

HTTP

A3

Yahoo

Raccoglie informazioni sul comportamento degli utenti su più siti web. Questa informazione è utilizzata al fine di ottimizzare la rilevanza della pubblicità.

1 anno

HTTP

DEVICE_INFO

YouTube

Informazioni sul dispositivo utente per ottimizzare il video

179 giorni

HTTP

VISITOR_INFO1_LIVE

YouTube

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati.

179 giorni

HTTP

YSC

YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente.

Sessione

HTTP

ytidb::LAST_RESULT_ENTRY_KEY

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Persistente

HTML

yt-remote-cast-available

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-cast-installed

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-connected-devices

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Persistente

HTML

yt-remote-device-id

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Persistente

HTML

yt-remote-fast-check-period

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-session-app

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-session-name

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

 

itenfrdees

Sulla via di Santiago de Compostela

Santiago, bellissima città del nord-ovest della Spagna, capoluogo della Galizia, si trova da tempo al centro della attenzione del mondo della cristianità per i continui pellegrinaggi da parte di gente comune proveniente da ogni parte del mondo (Europa, Americhe, Australia,  Nuova Zelanda). Santiago, infatti, è la città nella cui Cattedrale riposano le spoglie di San Giacomo (traduzione italiana di Santiago), uno degli apostoli di Gesù; di conseguenza, fin dal Medio Evo, tantissimi pellegrini percorrevano gli attuali itinerari per rendergli omaggio.

sulla via di Santiago de CompostelaVisto il fascino particolare di questi viaggi, dopo essermi documentato opportunamente, ho deciso, zaino in spalla, di partire, accompagnato dallo scetticismo dei familiari e dei colleghi di lavoro, verso quella che è stata un'esperienza notevole e bellissima, e nello stesso tempo un atto di fede ed una sfida con me stesso, un'esperienza che ha cambiato radicalmente il mio modo di pensare, di agire e, per meglio dire, la mia vita stessa.

Perché ho parlato di sfida e di tanto scetticismo intorno a me? Il motivo è semplice; alcuni anni fa (2005), poco prima di partire, mi è stata diagnosticata la Malattia di Parkinson e il mondo mi è crollato addosso; hanno trovato spiegazione in quel momento segni clinici, quali rallentamento motorio con passi corti e strascicati, modico tremore muscolare e marcia con braccia distese in avanti come per mantenere l’equilibrio. Visto che si tratta di una malattia progressiva, inizialmente ho pensato che non sarei più riuscito a fare nulla. Invece, anche nelle situazioni peggiori, c’è necessità di lottare e di non arrendersi alle prime avversità. Una buona attività fisica (jogging, streching o altre discipline di movimento) non nuoce al malato parkinsoniano, anzi, essa è più che necessaria per vincere la rigidità muscolare, tipica della malattia. Per cui, si è rafforzata, dentro di me, l'idea di partire alla volta di Santiago, e, armato di zaino e buona volontà, ho deciso di percorrere il cammino cosiddetto francese, il più classico, oltre che il più conosciuto. roncisvalleEsso è la risultante di un incrocio di due cammini (Roncisvalle e Samport) a livello della cittadina navarra di Puente de la Reina e che da lì prende appunto il nome di “cammino francese”. Si parte dal passo di Roncisvalle e dopo una marcia di circa 800 km, si arriva a Santiago. Il cammino, nella sua fase iniziale, alterna zone pianeggianti ad altre più impegnative, quest'ultime chiamate rompipiernas (spacca gambe). In una giornata si marcia anche per 5–6 ore, alla media di circa 4 km/ora; talvolta si arrivano a percorrere anche oltre 30 km in una giornata.

Alcuni tratti mostrano asperità intense che mettono a dura prova la resistenza e la volontà del pellegrino; altri sono più agevoli e permettono momenti brevi di riposo.

Fin dall'inizio mi sono reso conto di come il cammino sia uno sforzo fisico di una certa levatura, ma, cosa più importante, sia un tipo di “sacrificio” che ha permesso di interrogarmi dentro, alla ricerca del mio mondo interiore e della mia anima; contemporaneamente, esso mi ha permesso una analisi dell'amicizia, della solidarietà, dell'altruismo, per comprenderne il senso più profondo.

Lungo il percorso, infatti, ho trovato, spesso, spazio per intensi momenti di spiritualità. Nel piccolo paese di Granon, per esempio, l'accoglienza da parte del parroco è stata semplicemente straordinaria, così come l'interazione con gentili e cordiali hospitaleros. Nel rifugio, nel campanile quasi millenario (!) della chiesa, su materassini di gomma piuma, ho avuto il privilegio di condividere momenti conviviali di preghiera e riflessione, che hanno reso la serata trascorsa lì un'esperienza straordinaria e significativa.

Arrivati a quasi metà del cammino ho visitato poi la città più affascinante, Burgos, con una splendida cattedrale. Da qui ho attraversato poi le mesetas (tavoliere, in italiano), vasti paesaggi pianeggianti e omogenei che sono un po’ croce e delizia del pellegrino. Le mesetas hanno esercitato su di me un fascino particolare; attraversarle è stata un'emozione incredibile e una suggestione unica. Mi sono ricordato di un verso di Virgilo (Eneide 1° libro), in cui la nave che porta l'eroe troiano in Italia, affonda e rimangono rari nantes in gurgite vasto; pochi esseri che nuotano disperatamente, circondati dalla vastità dell'oceano. Enea e i pochi compagni rimasti sono solo dei puntini insignificanti nell'immensità dell'universo, ma ne fanno parte. Ciò è un mezzo per avvertire la presenza di Dio; noi siamo solo dei minuscoli esseri nella grandezza del creato.

Infine sono arrivati i boschi della Galizia con i suoi alberi centenari ed eucalipti altissimi: il preludio all'arrivo a Santiago. cippo per santiago de compostelaLa mia marcia fino a lì è stata regolare, e questo mi ha reso particolarmente lieto, perchè mi sono reso conto come l'allenamento fatto in previsione del viaggio mi sia stato decisamente utile.

Si entra a Santiago dal monte Gozo, che significa gioia, gioia reale che si prova a vedere le guglie della cattedrale da una zona del monte. Emotivamente ho sentito molto l'avvicinarsi della meta: l'emozione è stata cosi forte che è risultato impossibile dormire, o semplicemente riposare durante la notte che ha preceduto l'arrivo in città. Se ognuno che decide di intraprendere il Camino ha una propria storia da raccontare e un diverso vissuto, per ciascuno il viaggio è risultato una scoperta di noi stessi, di rinnovamento spirituale alla ricerca  di nuove aspirazioni e nuove emozioni. Un viaggio bellissimo, particolare, e unico dentro la propria spiritualità, alla ricerca della propria anima. Esperienza che induce a riproporsi visto il valore interiore che genera in noi stessi; una “pulizia” dell'anima, cui spesso si sente la necessità. È come un richiamo interiore, forte ed intenso dal quale non si può prescindere.

Ho ancora tanta emozione a ricordare l'arrivo a Santiago, dopo circa un mese di cammino in cui ho alternato fatica e tribolazioni, a momenti di fiducia ed entusiasmo.

A Santiago ho ricevuto la Compostela, ovvero l'attestato di avvenuto pellegrinaggio. Questa la considero come un attestato di vittoria: vittoria della volontà e della determinazione, ma soprattutto la vittoria del cuore, di chi ha desiderato a lungo quel momento.

La soddisfazione e la gioia che mi hanno portato questo viaggio, hanno fatto sì che ripercorressi il pellegrinaggio verso Santiago per altri due anni tornando a casa, ogni volta, arricchito spiritualmente, e, al tempo stesso, soddisfatto di me stesso.

 

Conclusioni:  Il Cammino di Santiago è molto frequentato. Posso dire che è una esperienza unica ed affascinante, da vivere interamente si viene a contatto con un nuovo paese, con la sua cultura e le sue tradizioni. C'è la possibilità di poter imparare o perfezionare lingue straniere oltre a quella del paese che ci ospita; c'è la possibilità di fare volontariato (es. Hospitaleros) e, di conseguenza, rendersi utili. Il cammino è, in conclusione, un mezzo per rivalutare la nostra vita, ad avere più fiducia in noi stessi, ricercare ciò che si pensa di aver perduto.

arrivo a santiagoÈ la ricerca di spiritualità il motivo principale per cui un pellegrino inizia il suo viaggio; molti si portano dietro l'angoscia, l'impotenza, vari malesseri, legami affettivi, per non parlare di episodi depressivi; ma quando si decide di partire si parte, cercando di lasciare dietro di sè tutti i problemi più o meno nascosti. La preghiera e la fede sono armi affilate per vincere quello che di negativo è dentro di noi. Consiglio di partire soli; la solitudine lascia spazio libero alle riflessioni e a considerazioni sui nostri guai interiori.

 

Franco Fiasella

 

 

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson