fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Effetti della terapia cronica a base di levodopa e di pergolide sulla eccitabilità corticale nella malattia di Parkinson

La levodopa, ma non la pergolide, ripristina l'inibizione intracorticale per 12 mesi

Gli effetti della terapia cronica a base di levodopa e di quella a base di pergolide sulla eccitabilità della corteccia motoria sono stati studiati in 10 pazienti parkinsoniani mediante stimolazione magnetica transcranica dopo 6 e 12 mesi. Dopo 6 mesi di trattamento sia la levodopa che la pergolide hanno migliorato i punteggi motori e la inibizione intracorticale rispetto alle condizioni basali, ma dopo 12 mesi il beneficio si è mantenuto solo con la levodopa. Il deterioramento della inibizione intracorticale ripristinata con la pergolide potrebbe essere dovuta allo sviluppo di tolleranza.

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !