fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Mancanza di dopamina e rapporto inverso tra dipendenza (fumo, consumo di alcool) e parkinsonismo

I dati suggeriscono che il fumo non sia protettivo

E' stato riscontrata una riduzione del rischio per malattia di Parkinson non solo nei fumatori, ma anche nei forti consumatori di alcool e caffè in uno studio epidemiologico in cui 7000 soggetti sono stati seguiti per 10 anni in Olanda. Secondo l'Autore, la riduzione della incidenza di malattia di Parkinson in questi soggetti è dovuta alla presenza di un livello più elevato di dopamina nel loro cervello. La dopamina è un neurotrasmettitore connesso a comportamenti associati ad abuso di sostanze ed alla ricerca di novità. Questi dati confutano la ipotesi che il fumo sia protettivo.

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !