Menu
Italian English French German Spanish

L'esercizio serve anche per la mente

Recensione sistematica di 14 studi nel Parkinson

Ricercatori canadesi hanno preso in esame 6 studi in modelli animali di malattia di Parkinson (PD) e 8 studi in pazienti parkinsoniani in cui sono stati studiati gli effetti dell'esercizio su parametri cognitivi (mentali). Complessivamente i risultati nell'animale sono incoraggianti e suggeriscono che l'esercizio possa migliorare funzioni cognitive. I meccanismi alla base degli effetti sono la riduzione della infiammazione e dello stress ossidativo, nonchè l'aumento dei livelli di dopamina e di fattori di crescita a livello dei nuclei della base del cervello. Tutti gli 8 studi nei pazienti hanno messo in evidenza miglioramenti delle funzioni cognitive, ma erano studi in piccoli gruppi (da 6 a 60 soggetti) e hanno esaminato gli effetti di tipi di esercizi molti diversi, tra cui la danza del tango, ginnastica aerobica (per es. bicicletta) ed esercizi di resistenza. Gli autori concludono che l'esercizio non migliora solo la funzione motoria, ma anche le funzioni cognitive nei pazienti parkinsoniani. Sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire il protocollo migliore da seguire.

 

Murray e coll Translational Neurodegeneration 2014; 3:5