fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

DBS resa più efficiente tramite l'evoluzione computazionale

Deep Brain StimulationL'utilizzo della batteria viene ridotto del 75%

Attualmente la stimolazione cerebrale profonda (DBS) tramite elettrodi impiantati in punti strategici nel cervello (nel nucleo subtalamico) viene implementata in maniera empirica in base alla risposta, modificando solo la frequenza e l’intensità della stimolazione. Ricercatori americani hanno applicato algoritmi della evoluzione computazionale (intelligenza artificiale) per ottimizzare l'andamento della stimolazione, inizialmente in un modello animale e poi sperimentalmente in pazienti. Hanno stabilito che è possibile una ottimizzazione che permette di mantenere l'efficacia terapeutica, riducendo drasticamente l'utilizzo della batteria (riduzione del 75%). L'introduzione di questa modifica permetterebbe di ridurre notevolmente il numero di sostituzioni della batteria, che comportano un aumentato rischio di infezioni e notevoli spese.

 

Fonte: Brocker e coll Scienc Trans Med online 4 gennaio 2017

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !