fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Suicidio dopo un intervento di stimolazione cerebrale profonda (DBS)

Tasso di suicidio elevato suggerisce criterio di esclusione

Burkhard e colleghi segnalano 6 casi di suicidio tra 140 pazienti trattati con DBS. Cinque avevano una storia di depressione. I pazienti si sono suicidati nonostante gli ottimi risultati conseguiti con DBS per quanto riguardava la funzionalità motoria. Gli autori propongono di escludere i pazienti ad alto rischio di suicidio dalla candidatura per intervento di DBS.

Burkhard PR et al Neurology 2004; 63: 2170-2172

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !