fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Calo della pressione non è colpa della levodopa

Studio tedesco in 99 pazienti

L’ipotensione ortostatica ovvero il calo della pressione arteriosa quando ci si mette in piedi è frequente nei pazienti parkinsoniani ed avviene in tutte le fasi della malattia.

Per valutare se si tratta di un effetto dovuto alla terapia a base di levodopa, ricercatori tedeschi hanno esaminato 99 pazienti (72 uomini e 27 donne con una età media di 74 anni ed una durata media di malattia di 7 anni ) in due giorni diversi al mattino dopo un periodo di digiuno di 12 ore, un giorno prima della assunzione della dose mattutina di levodopa ed un altro giorno dopo la assunzione della solita dose di farmaco. L’esame è consistito nella misurazione continua della pressione arteriosa per 10 minuti subito dopo che il paziente era passato dalla posizione supina a quella eretta. Il calo medio della pressione arteriosa dopo nessuna assunzione di levodopa era pari a 45.5 mmHg, mentre dopo l’assunzione di farmaco era pari a 43,7 mmHg. Non vi era alcuna differenza tra i pazienti ipertesi (n=32) e quelli non ipertesi e non vi era alcuna correlazione tra l’entità del calo e lo stadio Hoehn & Yahr.

Fonte: Jost WH e coll Neurol Neurochir Pol 2020; 54: 200-203

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !