fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Buoni risultati con una nuova formulazione della selegilina nella malattia di Parkinson

La selegilina Zydis è efficace nel controllare le complicazioni della levodopa

E’ stata messa a punto una nuova formulazione della selegilina, detta Zydis, che si dissolve in contatto con la saliva e viene assorbita prima di arrivare nello stomaco; in questo modo viene aumentato notevolmente il suo assorbimento, che altrimenti viene ridotto dal fegato che provvede a metabolizzarne subito una quantità notevole. Essa è stata studiata in uno studio multicentrico americano, in cui è stata confrontata con il placebo in condizioni di doppio cieco (né il paziente, né il medico sapevano chi stava prendendo la selegilina e chi una compressa simile inerte ovvero il placebo) in aggiunta alla levodopa in pazienti parkinsoniani che presentavano fluttuazioni motorie e discinesie (movimenti involontari). La selegilina (1.25-2.5 mg al giorno) è stat significativamente più efficace del placebo. In particolare dopo 12 settimane di trattamento ha ridotto il tempo in “off” ( in cui la levodopa non è efficace) in media di 2,2 ore al giorno e la durata delle discinesie in media di 1,8 ore al giorno. L’aggiunta della selegilina non è stata associata ad un aumento degli effetti indesiderati.

Waters et al. Movement disorders Early view

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !