fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Melatonina può migliorare il sonno nel Parkinson

Risultati di uno studio di confronto con il placebo

E’ noto che tra i problemi non motori dei pazienti parkinsoniani si annovera la scarsa qualità del sonno.

La melatonina è un ormone prodotto naturalmente nell'organismo dalla ghiandola pineale posta alla base del cervello.  L'ormone è coinvolto nella regolazione de ciclo sonno-veglia.

E’ stato effettuato uno studio su 34 pazienti parkinsoniani con scarsa qualità del sonno in base all’indice PSQI (indice della qualità del sonno di Pittsburg) confrontando l’efficacia di 2 mg di melatonina a rilascio prolungato con il placebo dopo 4 settimane di terapia. Lo studio prevedeva l’ assegnazione casuale (randomizzata) alla terapia e condizioni di doppio cieco ovvero in cui né il medico valutatore né i pazienti sapevano chi era stato assegnato a che cosa.

Sedici pazienti sono stati assegnati alla melatonina e 18 al placebo. Il punteggio sulla scala PSQI è stato migliorato in misura significativamente maggiore dalla melatonina rispetto al placebo, e così pure il punteggio sulla scala di gravità dei sintomi non motori nel Parkinson e la qualità di vita misurata con il questionario PDQ-39.   La funzione motoria misurata sulla scala UPDRS-III non si è modificata e non sono stati segnalati effetti collaterali

Fonte: Ahn JH e coll Parkinsonism Relat Disorder 2020; 75: 50-54

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !