fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Pomodori per trattare il Parkinson

geneticamente modificati per produrre levodopa

Ricercatori del centro John Innes nel UK sono riusciti a modificare geneticamente il pomodoro in modo che produca levodopa. Tali pomodori presentano anche un tempo più lungo di conservazione. 1 kg di pomodori contiene 150 mg di levodopa circa.

L’obiettivo è di fornire una pianta che possa essere coltivata nei paesi in via di sviluppo, dove i pazienti parkinsoniani non possono permettersi la levodopa farmaceutica a causa del loro bassissimo reddito.

Ricordiamo che la Fondazione Grigioni ha già affrontato il problema conducendo ricerca clinica con Mucuna pruriens, una pianta leguminosa che cresce nei paesi tropicali e che contiene naturalmente levodopa, senza modificazioni genetiche.

 

Fonte: Breitel D e coll Metabolic Engineering online 23 novembre 2020

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson