fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

La pergolide nel trattamento della malattia di Parkinson

Una recensione dimostra la efficacia e buona tollerabilità del farmaco dopo 12 anni di uso

Inizialmente la pergolide è stata introdotta come una terapia da aggiungere alla levodopa nei pazienti con fluttuazioni e discinesie. Ora la pergolide si è dimostrata efficace anche come monoterapia nelle prime fasi della malattia di Parkinson. Alcuni studi in aperto hanno mostrato che dosi elevate di pergolide (?6 mg/die) sono in grado di migliorare le fluttuazioni motorie e le discinesie in quanto permettono di ridurre notevolmente il dosaggio di levodopa

Bonuccelli U et al Clin Neuropharmacol 2002; 25: 1-10

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !