fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Infusione continua sottocutanea di levodopa nella malattia di Parkinson

infusioneSono stati pubblicati i risultati dello studio in aperto su ND0612, un sistema di rilascio continuo di levodopa / carbidopa sottocutaneo

ND0612 è un sistema di rilascio continuo di levodopa / carbidopa sottocutaneo in fase di sviluppo da parte di NeuroDerm per pazienti con malattia di Parkinson che presentano fluttuazioni motorie non più responsive alla terapia orale.

Questo studio aveva l’obiettivo di valutare l’efficacia e la sicurezza di due dosaggi di levodopa/carbidopa durante 28 giorni di trattamento in pazienti con Parkinson con almeno due ore e mezza di off giornaliero. I pazienti hanno ricevuto un'infusione di 24 ore o di 14 ore al giorno. 

Hanno completato lo studio 33 pazienti dei 38 arruolati e i dati presentati mostrano risultati significativi:  il tempo in off era ridotto in media di 2 ore e il tempo in on con discinesie lievi o  assenti era aumentato in media di 3,3 ore. In particolare, il tempo in off si è ridotto maggiormente nel gruppo di pazienti che hanno ricevuto l’infusione di 24 ore. Gli Autori riportano anche che l’evento avverso più comune registrato è stata una reazione cutanea localizzata nel sito di infusione. Lo studio dimostra la fattibilità e la sicurezza della somministrazione sottocutanea continua di levodopa e ci fornisce dati preliminari di efficacia.

Da poco sono stati pubblicati anche i risultati dello studio di infusione sottocutanea di foslevodopa / foscarbidopa (ABBV-951) su volontari sani (cosiddetto studio di fase I) per 72 ore. Si tratta di un’altra forma solubile di levodopa in fase di sviluppo da parte di AbbVie.

Anche questa formulazione ha dimostrato un'elevata solubilità in acqua e un assorbimento della levodopa stabile (misurato attraverso il dosaggio della levodopa plasmatica). Inoltre, l'infusione è risultata ben tollerata. Dunque, anche questa formulazione verrà studiata in pazienti con Parkinson. 

Fonti: Olanow CW, et al. Continuous Subcutaneous Levodopa Delivery for Parkinson's Disease: A Randomized Study. J Parkinsons Dis. 2021;11(1):177-186 e Rosebraugh M, et al. Foslevodopa/foscarbidopa: a new subcutaneous treatment for Parkinson's disease. Ann Neurol. 2021 Mar 26.

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson