Menu
Italian English French German Spanish

Il fenomeno da fine dose con la levodopa avviene prima di quanto pensano i neurologi

I risultati di un confronto tra i rilievi del neurologo ed un questionario di autovalutazione per il paziente

E’ noto che con il tempo la durata dell’efficacia della levodopa diminuisce, per cui la sintomatologia parkinsoniana comincia a ricomparire nelle ore immediatamente antecedenti la dose successiva. Secondo l’esperienza dei neurologi, questo fenomeno si instaura dopo 5-6 anni di terapia. Ora uno studio suggerisce che in realtà il fenomeno comincia già dopo un paio di anni di terapia. I neurologi presso la Università della Florida del Sud hanno coordinato uno studio internazionale su 300 pazienti affetti da malattia di Parkinson da meno di 5 anni e quasi tutti trattati con la levodopa, con lo scopo di confrontare l’incidenza del fenomeno da fine dose usando due metodi diversi: la valutazione clinica da parte di un neurologo ed un questionario di autovalutazione per il paziente. Il neurologo ha individuato il fenomeno nel 29,4% dei pazienti, mentre in base al questionario il fenomeno era presente nel 57,1%. In base al questionario il fenomeno comincia già dopo un paio di anni in quasi la metà dei pazienti. Secondo gli autori, è utile ricorrere al questionario già nel secondo anno di trattamento con levodopa, dato che esistono molti altri farmaci antiparkinsoniani che possono contribuire a risolvere il fenomeno.

Fonte: Sciencedaily