Menu
Italian English French German Spanish

Pramipexolo distribuito in farmacie ospedaliere grazie ad AIP

Nuova modalità per garantire la disponibilità del farmaco

Negli ultimi tempi AIP ha ricevuto continue segnalazioni di mancanza di disponibilità di farmaci anti-Parkinson in  farmacia da tutta Italia, in particolar modo per quanto riguarda il dopamino agonista pramipexolo.

Ora la situazione è cambiata. 

Il Presidente dell'AIP, Prof. Gianni Pezzoli, ha contattato le autorità chiedendo una riclassificazione del pramipexolo in entrambe le formulazioni disponibili (a rilascio immediato ed a rilascio ritardato) con inserimento nel prontuario PHT ovvero Ospedale – Territorio. I farmaci inseriti in questo prontuario vengono dispensati direttamente ai malati presso le farmacie ospedaliere negli ospedali, nonché presso quelle presso le ASL.

La riclassificazione di pramipexolo come farmaco in prontuario PHT è stata accettata. In questo modo vengono bypassate le farmacie ed i grossisti privati (che vendono preferibilmente il farmaco all'estero) e la disponibilità del farmaco verrà garantita presso la farmacia dell'ospedale/ASL di riferimento per il paziente. Sta alla Regione decidere se pramipexolo potrà continuare ad essere venduto nelle farmacie private oppure no. In ogni modo le farmacie ed i grossisti privati non potranno più speculare sul farmaco in presenza di altre strutture che lo vendono a condizioni molto più favorevoli.

Un altro successo che dimostra l'importanza del ruolo sociale di una Associazione di pazienti quali AIP Associazione Italiana Parkinsoniani. Solo una associazione con migliaia di associati riesce ad avere il “peso” politico sufficiente per riuscire a smuovere situazioni spiacevoli dove chi ci rimette è sempre e solo il paziente.