Menu
Italian English French German Spanish

Coinvolgimento precoce dell'intestino nel Parkinson

colonTracciante mostra riduzione della innervazione

Ricercatori danesi hanno sottoposto ad indagini per neuroimmagini raccolte tramite PET + il tracciante 11Cdonepezil 19 pazienti con malattia di Parkinson mediamente da 1,5 anni e 16 controlli sani di pari età. Questo tracciante permette di stimare la quantità di acetilcolinesterasi, un marcatore del livello di innervazione da parte del nervo vago appartenente al sistema nervoso autonomo (automatico) nei vari tessuti.

Hanno riscontrato nei pazienti una riduzione significativa della innervazione da parte del nervo vago nell'intestino tenue (-14%), nel colon (-22%) e nei reni (-14%) rispetto ai controlli sani. Non vi erano differenze importanti nel muscolo cardiaco e nel pancreas.

Questi risultati sono interessanti alla luce della recente teoria in base alla quale la malattia di Parkinson verrebbe scatenata da alterazioni della flora batterica intestinale che invierebbero tossine al sistema nervoso centrale tramite il nervo vago.

 

Fonte: Tatyana D e coll Neurology online 18 gennaio 20917