Menu
Italian English French German Spanish

La combinazione della alfa-sinucleina con un’altra proteina naturale uccide i neuroni dopaminergici

Scoperto un meccanismo naturale che può contribuire allo sviluppo della malattia di Parkinson

Studi in vitro con colture di cellule nervose cerebrali umane svolti a Boston (Stati Uniti) hanno identificato un complesso proteico contenente sia la proteina alfa-sinucleina che un’altra proteina naturale, denominata 14-3-3, che scatena l’autodistruzione delle cellule nervose che producono dopamina. Dato che la malattia di Parkinson è dovuta al decesso di tali cellule, è possibile che tale complesso proteico sia coinvolto nello sviluppo della malattia. Il medesimo complesso protegge gli altri tipi di cellule nervose, per cui si ritiene che sia stato scoperto un meccanismo protettivo svolto dalla alfa-sinucleina, che tuttavia può avere effetti collaterali tossici sui neuroni dopaminergici. Qualora venga confermato che l’ alfa-sinucleina in associazione alla proteina 14-3-3 svolge un ruolo importante nello sviluppo della malattia di Parkinson, la prevenzione della associazione delle due proteine potrebbe rappresentare un nuovo approccio per il trattamento della malattia.

Reuters Health