fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Il fenomeno da fine dose con la levodopa avviene prima di quanto pensano i neurologi

I risultati di un confronto tra i rilievi del neurologo ed un questionario di autovalutazione per il paziente

E’ noto che con il tempo la durata dell’efficacia della levodopa diminuisce, per cui la sintomatologia parkinsoniana comincia a ricomparire nelle ore immediatamente antecedenti la dose successiva. Secondo l’esperienza dei neurologi, questo fenomeno si instaura dopo 5-6 anni di terapia. Ora uno studio suggerisce che in realtà il fenomeno comincia già dopo un paio di anni di terapia. I neurologi presso la Università della Florida del Sud hanno coordinato uno studio internazionale su 300 pazienti affetti da malattia di Parkinson da meno di 5 anni e quasi tutti trattati con la levodopa, con lo scopo di confrontare l’incidenza del fenomeno da fine dose usando due metodi diversi: la valutazione clinica da parte di un neurologo ed un questionario di autovalutazione per il paziente. Il neurologo ha individuato il fenomeno nel 29,4% dei pazienti, mentre in base al questionario il fenomeno era presente nel 57,1%. In base al questionario il fenomeno comincia già dopo un paio di anni in quasi la metà dei pazienti. Secondo gli autori, è utile ricorrere al questionario già nel secondo anno di trattamento con levodopa, dato che esistono molti altri farmaci antiparkinsoniani che possono contribuire a risolvere il fenomeno.

Fonte: Sciencedaily

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !