Menu
Italian English French German Spanish

Attenzione all’aumento di peso dopo l’impianto degli elettrodi per la stimolazione cerebrale profonda

Segnalati aumenti del peso corporeo dei pazienti parkinsoniani pari al 15% in pochi mesi

È stato monitorato l’aumento del peso corporeo di 30 pazienti parkinsoniani afferenti al Centro Parkinson ICP a Milano sottoposti a stimolazione cerebrale profonda del nucleo subtalamico, in media dopo 13.5 anni di malattia. Tutti i pazienti tranne uno sono aumentati notevolmente di peso, con un aumento medio del 14.8% nel primo anno. Nella metà dei casi l'aumento è avvenuto in maniera molto rapida nei primi 3 mesi dopo l'intervento. L'incremento di peso era correlato alla riduzione delle discinesie (movimenti involontari) per cui si ritiene che il fenomeno sia dovuto alla notevole riduzione del consumo di energie. I candidati per la stimolazione cerebrale profonda dovrebbero consultare un dietologo prima dell'intervento, allo scopo di prevenire un aumento di peso eccessivo o comunque troppo rapido.

Barichella et al Mov Disord 2003; 18:1337-1340