Menu
Italian English French German Spanish

Coronaropatia associata all’iperomocisteinemia

Livelli elevati di omocisteina correlati alla levodopa sono associati ad un aumento della prevalenza di coronaropatia nei pazienti parkinsoniani

I pazienti affetti da malattia di Parkinson possono presentare livelli elevati di omocisteina in seguito al metabolismo della levodopa e della dopamina da parte dell’enzima catecol-O-metil transferasi. E’ stata raccolta prospetticamente l’anamnesi di 235 pazienti affetti da malattia di Parkinson per verificare se avevano una storia di coronaropatia. I livelli plasmatici di omocisteina era significativamente più elevati nei pazienti in trattamento con levodopa rispetto a quelli non trattati con questo farmaco. I pazienti i cui livelli di omocisteina erano nel quartile superiore (>= 17.7 mmol/L) presentavano un aumento della prevalenza di coronaropatia.

Rogers JD et al Arch Neurol 2003; 60: 59-64