Menu

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Puoi cliccare su “Approvo tutti” per accettare tutte le categorie di cookie oppure rifiutare i cookie e continuare a navigare, saranno installati solo cookie tecnici. Per saperne di piu'

Declino Approvo tutti

Informativa sull'uso dei cookie

  •  

    PREMESSE

    I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente. La legge afferma che si possono memorizzare i cookie sul suo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del suo permesso.

    Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono collocati da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine. Per modificare o revocare il proprio consenso per l'utilizzo dei cookie sul nostro sito web, cliccare qui.

    L'informativa completa sulla privacy si trova alla pagina Privacy policy

    L’informativa è resa solo per il sito www.parkinson.it della Grigioni per il Morbo di Parkinson e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link.

     

  • COOKIE NECESSARI

    I cookie necessari contribuiscono a rendere fruibile il sito web abilitandone funzionalità di base quali la navigazione sulle pagine e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non è in grado di funzionare correttamente senza questi cookie. Sono altresì definiti come cookie tecnici.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

PHPSESSID

parkinson.it

Preserva gli stati dell'utente nelle diverse pagine del sito.

Sessione

HTTP

cookieconsent

parkinson.it

Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente

1 anno

HTTP

cookieconsent_p

parkinson.it

Consenso ai cookie di preferenze

1 anno

HTTP

cookieconsent_s

parkinson.it

Consenso ai cookie di statistiche

1 anno

HTTP

cookieconsent_m

parkinson.it

Consenso ai cookie di profilazione

1 anno

HTTP

nrid

parkinson.it

Codice univoco del visitatore per visualizzare i banner di annunci

3 mesi

HTTP

engagebox_ID

parkinson.it

Usato per decidere se il banner ID è stato chiuso e deve rimanere chiuso

3 mesi

HTTP

SSID, SID, SAPISID, NID, HSID, APISID

Google

Cookie utilizzati da Google Maps che sono necessari per il funzionamento delle mappe dinamiche. Il contenuto e la loro creazione non sono direttamente controllabili poiché generati automaticamente all'inclusione della mappa dinamica.

Sessione

HTTP

 

COOKIE DI PREFERENZE

Sono cookie utilizzati per modificare l'aspetto del sito o il comportamento: sono impostazioni non strettamente necessarie al corretto utilizzo.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

lang

LinkedIn

Determina la lingua scelta del sito

Sessione

HTTP

NID

Google

Contiene un ID univoco che Google utilizza per ricordare le tue preferenze e altre informazioni, come la tua lingua preferita (es. italiano), quanti risultati di ricerca desideri visualizzare per pagina (es. 10 o 20) e se desideri che il filtro SafeSearch di Google sia attivato.

6 mesi

HTTP

1P_JAR

Google

Memorizza le preferenze di Google Maps e le informazioni dell’utente ogni volta che visita pagine web contenenti servizi di Google

1 mese

HTTP

 

  •  

    COOKIE STATISTICI

    Questi cookie aiutano a capire come i visitatori interagiscono sul sito web, aggregando i dati di navigazione in forma anonima.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

ln_or

LinkedIn

Registra dati statistici sul comportamento dei utenti sul sito web. Questi vengono utilizzati per l'analisi interna dall'operatore del sito.

1 giorno

HTTP

PageViewCount

Google

Questo cookie viene utilizzato per identificare la frequenza delle visite e il tempo di permanenza sul sito. Il cookie viene anche utilizzato per determinare quante e quali sottopagine vengono visualizzate dal visitatore del sito; queste informazioni possono essere utilizzate dal sito per ottimizzare il dominio e le relative sottopagine.

1 giorno

HTTP

TimeOnSite

Google

Memorizza i dati sul tempo trascorso sul sito web e le relative sottopagine durante la sessione corrente.

1 giorno

HTTP

collect

Google

Utilizzato per inviare dati a Google Analytics in merito al dispositivo e al comportamento dell'utente. Tiene traccia dell'utente su dispositivi e canali di marketing.

Session

Pixel

AnalyticsSyncHistory

LinkedIn

Utilizzato nel contesto della sincronizzazione dei dati con il servizio di analisi di terze parti.

29 giorni

HTTP

_ga

Google

Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.

2 anni

HTTP

_gat

Google

Utilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richieste

1 giorno

HTTP

_gid

Google

Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.

1 giorno

HTTP

_ga_#

Google

Utilizzato da Google Analytics per raccogliere dati sul numero di volte che un utente ha visitato il sito internet, oltre che le dati per la prima visita e la visita più recente.

2 anni

HTTP

OTZ

Google

Viene utilizzato da Google Analytics per tenere traccia delle informazioni sul traffico al sito Web

Sessione

HTTP

ANID, SIDCC, _Secure-APISID, _Secure-HSID, _Secure-SSID, SEARCH_SAMESITE, __Secure-3PAPISID, __Secure-3PSID

Google

Cookie utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito da parte dei visitatori ogni volta che vengono visitate pagine web contenenti servizi di Google.

2 anni

HTTP

_cksk

Microsoft

Utilizzato da Microsoft Clarity per combinare le pagine viste da un utente in una singola sessione

1 giorno

HTTP

 

  •  

    COOKIE DI PROFILAZIONE

    I cookie di profilazione vengono utilizzati per tracciare i visitatori sui siti web. La finalità è quella di presentare annunci che siano rilevanti e coinvolgenti per il singolo utente. Di norma utilizziamo servizi di terze parti forniti da Google, Meta (Facebook), Microsoft e LinkedIn per i quali si rimanda alla rispettiva informativa.

Nome

Sorgente

Scopo

Scadenza

Tipo

_uetsid

Microsoft

Utilizzato per tracciare i visitatori su più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari pertinenti in base alle preferenze del visitatore. Utilizzato dal motore di ricerca bing.com

Persistente

HTML

_uetsid_exp

Microsoft

Contiene la data di scadenza del cookie con il nome corrispondente. 

Persistente

HTML

_uetvid

Microsoft

Utilizzato per tracciare i visitatori su più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari pertinenti in base alle preferenze del visitatore.

Persistente

HTML

_uetvid_exp

Microsoft

Contiene la data di scadenza del cookie con il nome corrispondente. 

Persistente

HTML

MUID/CLID

Microsoft

Utilizzato ampiamente da Microsoft come ID utente univoco. Il cookie consente il tracciamento dell'utente tramite la sincronizzazione dell'ID sui vari domini di Microsoft.

1 anno

HTTP

_clck

Microsoft

Memorizza un unico ID utente per Microsoft Clarity

1 anno

HTTP

__exponea_last_session_ping_timestamp__ 

Google

Questo cookie viene utilizzato per determinare quali prodotti il ​​visitatore ha visualizzato. Queste informazioni vengono utilizzate per promuovere prodotti correlati e ottimizzare l'efficienza pubblicitaria.

Persistente

HTML

__exponea_last_session_start_timestamp__ 

Google

Questo cookie viene utilizzato per determinare quali prodotti il ​​visitatore ha visualizzato. Queste informazioni vengono utilizzate per promuovere prodotti correlati e ottimizzare l'efficienza pubblicitaria.

Persistente

HTML

IDE

Google

Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente.

1 anno

HTTP

pagead/landing

Google

Raccoglie dati sul comportamento dei visitatori da più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari più pertinenti. Ciò consente inoltre al sito web di limitare il numero di volte che un visitatore viene mostrato lo stesso annuncio.

Sessione

Pixel

xnpe_#-#-#-#-# 

Google

Questo cookie registra dati sul visitatore. Le informazioni vengono utilizzate per ottimizzare la pertinenza dell'annuncio.

399 giorni

HTTP

fr

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.

3 mesi

HTTP

tr

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.

Sessione

Pixel

fbsr_

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per recuperare l'identificativo dell'applicazione utilizzata

Sessione

HTTP

ads/ga-audiences

Google

Usato da Google AdWords per reingaggiare visitatori propensi a convertirsi in clienti basandosi sul comportamento online in diversi siti.

Sessione

Pixel

pagead/1p-user-list/#

Google

Monitora se l'utente ha mostrato interesse per specifici prodotti o eventi su più siti web e rileva come l'utente naviga tra i siti. Viene usato per valutare le attività pubblicitarie e facilita il pagamento delle commissioni per il reindirizzamento tra i siti.

Sessione

Pixel

bcookie

LinkedIn

Utilizzato dal servizio di social network LinkedIn per tracciare l'utilizzo di servizi integrati.

1 anno

HTTP

bscookie

LinkedIn

Utilizzato dal servizio di social network LinkedIn per tracciare l'utilizzo di servizi integrati.

1 anno

HTTP

li_sugr

LinkedIn

Raccoglie dati sul comportamento e l'interazione degli utenti, per ottimizzare il sito e rendere più rilevante la pubblicità mostrata.

3 mesi

HTTP

lidc

LinkedIn

Utilizzato dal servizio di social network LinkedIn per tracciare l'utilizzo di servizi integrati.

1 giorno

HTTP

UserMatchHistory

LinkedIn

Garantisce la sicurezza della navigazione per il visitatore, impedendo la falsificazione di richieste incrociate. Questo cookie è essenziale per la sicurezza del sito e del visitatore. 

29 giorni

HTTP

_fbp

Meta Platforms, Inc.

Utilizzato da Facebook per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.

3 mesi

HTTP

_gcl_au 

Google

Utilizzato da Google AdSense per sperimentare l'efficacia pubblicitaria su tutti i siti web che utilizzano i loro servizi.

3 mesi

HTTP

_uetsid

Microsoft

Raccoglie dati sul comportamento dei visitatori da più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari più pertinenti. Ciò consente inoltre al sito web di limitare il numero di volte che un visitatore viene mostrato lo stesso annuncio.

1 giorno

HTTP

_uetvid

Microsoft

Utilizzato per tracciare i visitatori su più siti web, al fine di presentare annunci pubblicitari pertinenti in base alle preferenze del visitatore.

1 anno

HTTP

A3

Yahoo

Raccoglie informazioni sul comportamento degli utenti su più siti web. Questa informazione è utilizzata al fine di ottimizzare la rilevanza della pubblicità.

1 anno

HTTP

DEVICE_INFO

YouTube

Informazioni sul dispositivo utente per ottimizzare il video

179 giorni

HTTP

VISITOR_INFO1_LIVE

YouTube

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati.

179 giorni

HTTP

YSC

YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente.

Sessione

HTTP

ytidb::LAST_RESULT_ENTRY_KEY

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Persistente

HTML

yt-remote-cast-available

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-cast-installed

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-connected-devices

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Persistente

HTML

yt-remote-device-id

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Persistente

HTML

yt-remote-fast-check-period

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-session-app

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

yt-remote-session-name

YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato

Sessione

HTML

 

itenfrdees

Ricerca italiana mette in evidenza i benefici della dieta mediterranea

sofi.jpgI nutrizionisti mettono in guardia contro la perdita delle nostre tradizioni alimentari, che non sono solo gustose, ma costituiscono anche una protezione contro una serie di malattie, tra cui la malattia di Parkinson. Intervista con il Dr. Sofi

Dottor Sofi, Lei è un esperto di nutrizione che i lettori di www.parkinson.it non conoscono. Di dove è originario, quali studi ha fatto e quale è stato il suo percorso da ricercatore?

Sono originario della Calabria. Mi sono trasferito in Toscana per studiare medicina, ho cominciato a frequentare il Dipartimento di Area Critica Medico-Chirugica dell'Università di Firenze e poi sono rimasto a lavorare lì come medico. Sono attualmente ricercatore in scienze dell'alimentazione e conduco ricerche sulla dieta mediterranea, nella quale credo molto.

 

Che cosa si intende per dieta mediterranea?

Non vi è una definizione precisa. Si possono solo delineare dei tratti essenziali. Noi abbiamo considerato il consumo di una serie di componenti della dieta tradizionale ovvero frutta, verdura, legumi, carboidrati (pasta e pane, soprattutto di tipo integrale), pesce ed un consumo moderato di vino ai pasti.

 

Come ha avuto l'idea di valutare il collegamento tra dieta mediterranea e malattia di Parkinson?

L'idea iniziale era di raggruppare ed analizzare insieme i principali studi effettuati sulla dieta mediterranea, nel tentativo di "tirare fuori" effetti della dieta non immediatamente evidenti nei studi singoli in cui la casistica era necessariamente limitata. Durante la raccolta degli studi ci siamo imbattuti in alcune ricerche che avevano come obiettivo quello di vedere se la dieta mediterranea era in grado di contrastare le malattie neurodegenerative ed abbiamo deciso di aggiungere questo importante aspetto alla nostra analisi.

 

In sintesi, quali sono i risultati delle sue ricerche di interesse per i nostri lettori?

La nostra analisi, che è stata svolta su più di un milione e mezzo di soggetti seguiti per periodi variabili da 3 a 18 anni, ha messo in evidenza che una maggiore aderenza alla dieta mediterranea pari a 2 punti su una scala da 0 a 9 era associata ad:

- una riduzione della mortalità da tutte le cause del 9%

- una riduzione della mortalità dovuta ad eventi cardiovascolari del 9%

- una riduzione della comparsa o mortalità da tumori del 6%

- una riduzione della comparsa di malattia di Parkinson del 13%

- una riduzione della comparsa di malattia di Alzheimer del 13%.

 

È noto che la popolazione italiana è tra le più longeve del mondo. È possibile che questo sia dovuto alla dieta mediterranea?

È possibile, anche se questo non è dimostrato. Io penso che la tradizionale cucina italiana abbia contribuito al fenomeno

 

Il suo studio era una metanalisi di studi già pubblicati. Per cortesia, spieghi che cosa è una metanalisi in parole semplici.

La metanalisi è una tecnica semplice e nel contempo sofisticata. È semplice perché si tratta semplicemente di mettere insieme i dati di studi già svolti e di rianalizzarli con una metodica statistica precisa. È sofisticata perché bisogna stare attenti nel selezionare studi i cui dati sono abbastanza simili perchè possano essere analizzati insieme. Noi siamo partiti da 62 studi ed alla fine ne abbiamo analizzati solo 12.

 

Ha intenzione di proseguire le sue ricerche? Se sì, c'è qualcosa che riguarda la malattia di Parkinson o comunque le malattie neurodegenerative in generale?

Sì, noi abbiamo intenzione di continuare le ricerche sulla dieta mediterranea. Attualmente gli studi sugli effetti della dieta sulle malattie neurodegenerative e sulla malattia di Parkinson in particolare sono pochi, per cui sarebbe senz'altro di interesse approfondire questo aspetto.

 

C'è un messaggio che desidera dare ai nostri lettori?

Negli ultimi anni la dieta mediterranea è in declino, si nota la perdita delle abitudini tradizionali mediterranee persino qui in Italia a favore di tipi di alimentazioni alternative estere, favorite dalla diffusione di catene estere di fast-food.
Alla luce dei nostri risultati, il cambiamento delle abitudini alimentari deve essere considerato un problema di salute pubblica. Bisogna mettere in guardia la popolazione contro l'abbandono della dieta mediterranea, che contribuisce alla salute in misura maggiore di quanto pensavamo.


Commento della Dr.ssa Barichella

Responsabile del Centro di Nutrizione per la Prevenzione delle Malattie Neurodegenerative presso il Centro Parkinson ICP a Milano

 

La dieta mediterranea, che prevede anche l'uso dell'olio di oliva come condimento, è basata sui principi della dieta equilibrata che noi già consigliamo ai malati di Parkinson. Essa prevede infatti un elevato consumo di frutta, verdura e carboidrati (pasta e pane) e un controllato utilizzo di grassi di origine animale.

Mi fa piacere che ora ci sia una conferma scientifica che dimostri che questo regime dietetico sia protettivo nei confronti di diverse malattie comprese quelle neurodegenerative.

Seguire la dieta mediterranea non è tuttavia molto semplice, ma dovremmo motivare la popolazione, visto che si è tentato di ottenere benefici somministrando supplementi orali, contenenti singoli componenti della dieta mediterranea, quali ad esempio, le vitamine, di cui sono ricche frutta e verdura. Sfortunatamente, gli studi clinici effettuati finora, tra cui il famoso DATATOP in cui è stata somministrata vitamina E, non hanno evidenziato alcun beneficio con questi supplementi nella Malattia di Parkinson.

Pertanto, è bene impegnarsi a seguire un regime dietetico equilibrato. Inoltre, dovremmo essere motivati dal fatto che la metanalisi fatta mostra che i benefici vengono ottenuti non solo con una aderenza perfetta alla dieta (punti 9 sulla scala di aderenza da 0 a 9), ma anche solo con un aumento della aderenza di 2 punti, purchè sia mantenuto nel lungo termine, per anni. Questo significa che è possibile migliorare la propria salute attraverso piccole modifiche della propria alimentazione nella direzione giusta, purchè diventino cambiamenti definitivi che fanno parte del proprio stile di vita.

 

Coraggio, dunque! Quali miglioramenti potete apportare alla vostra dieta?

Su questo sito verrà pubblicato a breve un questionario che vi aiuterà a rispondere a questa domanda.

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson